From Fury to Silence

FLORENCE, ITALY

From Fury To Silence – Florence, Italy

“Still thinking about the fury of hurricane Irene in the fall of 2011 and the forceful raging winds and loss of electricity and calm of the day that followed with a beautiful and peaceful sunrise. Much like an argument with someone you love and making up afterwards.”  ~Roseanne Williams

Palazzo Antinori located in Piazza Antinori just a short walk from Arno River is one of the most beautiful Renaissance palazzos of Florence. It is a 50 room architectural jewel designed and built by Giuliano da Maiano in 1461 and expanded by Baccio d’Agnolo in 1543.

Since 1506 Palazzo Antinori has been the private residence and the prestigious headquarters of one of the most important wine producers of Italy, Marchesi Antinori. Among their most coveted wines Tignanello, Solaia and Badia a Pasignano.  Today Palazzo Antinori remains the private residence of the 26 generation winemaking dynasty.

“It is a great pleasure to present Roseanne Williams’ most recent paintings in the magnificent frame of the Cortile of Palazzo Antinori. Roseanne is a successful and award winning american artist who has been on the scene for over 20 years.  She loves Florence and Tuscany where she often comes to paint.

Painting is her passion and her paintings come to life with her energetic and deep strokes of bright colors. Her work conveys joy and happiness and her energy is contagious. She certainly succeeds in capturing the viewer’s attention and imagination. She shows a great talent and command of her technique and in viewing her paintings we get emotionally involved.” ~ Vicky Indelli


“A Palazzo Antinori espone una donna amabile, cordiale, che trasmette simpatia, che si concede alla critica, che accetta pareri, ma che manifesta velamente anche il timore di non interpretare con cortezza quanto può essere detto a commento dei suoi dipinti, complimenti compresi. L’opera della Signora Roseanne Williams, che oggi presenta solo una parte dei suoi più recenti lavori, ci appare ricca, intensa, profondamente legata alla ricerca che quotidianamente ogni artista deve affrontare nella infinita possibilità che i nuovi mezzi di comunicazione quasi ci impongono. Il suo lavoro è una testimonianza certa di una coerente partecipazione a quanto di più contemporaneo oggi esprime la pittura. Sulle sue tele l’autrice con sicurezza e padronanza del proprio pensiero e dei propri mezzi pittorici ci suggerisce con sicura eleganza e convinzione le sue emozioni e la sua volontà di trasmettere a noi fruitori la ricchezza del suo mondo, dove la stesura del colore intenso ci colpisce per la sua esattezza formale e compositiva. Du tutta l’opera appare evidente la continua ricerca che inserisce questa artista a pieno titolo nel nostro mondo dove  valori e certezze non hanno vita facile o percorsi “culturali” duraturi. Le opere esposte ci appaiono foriere di un nuovo momento di ricerca all’interno del proprio io, quasi un voler essere accolta come artista coretta, capita e accettata come membro utile di questo travagliato mondo dell’arte.
A lei vada l’augurio di un sempre nuovo e meritato successo di buon lavoro.”

Domenico Viggiano
già direttore dell’Accademia di Bella Arti di Firenze ed
attuale vicepresidente dell’Accademia della Arti del Disegno